Médecine

Paramédical

Autres domaines

Sommario Abbonarsi

Diplopia - 22/11/17

[17-016-A-50]  - Doi : 10.1016/S1634-7072(17)86802-1 
S. Bidot a, b  : Ophtalmologiste, praticien titulaire, D. Biotti c : Neurologue, praticien hospitalier, C. Vignal-Clermont a, b : Ophtalmologiste, chef de service des urgences et de neuro-ophtalmologie
a Service des urgences et de neuro-ophtalmologie, Fondation ophtalmologique Adolphe de Rothschild, 25, rue Manin, 75019 Paris, France 
b Service d'ophtalmologie du professeur Sahel, Centre hospitalier national d'ophtalmologie des Quinze-Vingts, 28, rue de Charenton, 75012 Paris, France 
c Service de neurologie B4, bâtiment Pierre-Paul Riquet, place du Docteur-Baylac, TSA 40031, 31059 Toulouse cedex 9, France 

Benvenuto su EM|consulte, il riferimento dei professionisti della salute.
L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento o un acquisto all'unità.

pagine 13
Iconografia 13
Video 0
Altro 2

Riassunto

La diplopia è la percezione doppia di un oggetto singolo. Una diplopia monoculare persiste alla chiusura di un occhio e traduce una lesione oculare. Una diplopia binoculare è presente solo con entrambi gli occhi aperti; essa traduce una deviazione di un occhio rispetto all'altro e può rivelare una patologia neuro-oftalmologica che richiede, a volte, una presa in carico urgente. La diagnosi topografica ed eziologica si basa sull'interrogatorio e sull'esame preciso del paziente, completati da un bilancio che dipende dai dati di questo primo esame clinico. Le cause possono essere neurologiche (lesioni del sistema nervoso centrale, nervi oculomotori, giunzione neuromuscolare o muscoli oculomotori) o non neurologiche (lesioni orbitarie o cause “ortottiche”). Le paralisi oculomotorie sono una causa frequente di diplopia binoculare e le loro eziologie sono molteplici, dominate dai traumi, dalle lesioni vascolari e tumorali e dalla patologia congenita. Al di fuori del trattamento eziologico propriamente detto, è importante non lasciare che i pazienti vedano doppio. La loro gestione deve essere, quindi, realizzata congiuntamente da neurologo, oculista e ortottista.

Il testo completo di questo articolo è disponibile in PDF.

Parole chiave : Diplopia, Paralisi oculomotoria, Nervo oculomotore, Nervo abducente, Nervo trocleare


Mappa


© 2017  Elsevier Masson SAS. Tutti i diritti riservati.
Aggiungere alla mia biblioteca Togliere dalla mia biblioteca Stampare
Esportazione

    Citazioni Export

  • File

  • Contenuto

Articolo precedente Articolo precedente
  • Ptosi
  • G. Serratrice
| Articolo seguente Articolo seguente
  • Nistagmo
  • Caroline Tilikete, Alain Vighetto

Benvenuto su EM|consulte, il riferimento dei professionisti della salute.
L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento o un acquisto all'unità.

L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento o un acquisto all'unità.

Già abbonato a questo trattato ?

;

Il mio account


Dichiarazione CNIL

EM-CONSULTE.COM è registrato presso la CNIL, dichiarazione n. 1286925.

Ai sensi della legge n. 78-17 del 6 gennaio 1978 sull'informatica, sui file e sulle libertà, Lei puo' esercitare i diritti di opposizione (art.26 della legge), di accesso (art.34 a 38 Legge), e di rettifica (art.36 della legge) per i dati che La riguardano. Lei puo' cosi chiedere che siano rettificati, compeltati, chiariti, aggiornati o cancellati i suoi dati personali inesati, incompleti, equivoci, obsoleti o la cui raccolta o di uso o di conservazione sono vietati.
Le informazioni relative ai visitatori del nostro sito, compresa la loro identità, sono confidenziali.
Il responsabile del sito si impegna sull'onore a rispettare le condizioni legali di confidenzialità applicabili in Francia e a non divulgare tali informazioni a terzi.