Médecine

Paramédical

Autres domaines

Sommario

Trattamento delle complicazioni della colecistectomia - 24/11/10

[40-960]  - Doi : 10.1016/S1283-0798(10)58421-3 
L. Chiche a,  : Professeur des Universités, praticien hospitalier, C. Letoublon b : Professeur des Universités, praticien hospitalier
a Département de chirurgie viscérale et digestive, unité de chirurgie hépatobiliaire et transplantation, Centre hospitalier universitaire de Caen, avenue de la Côte-de-Nacre, 14000 Caen, France 
b Département de chirurgie digestive et de l'urgence, Centre hospitalier universitaire de Grenoble, B.P. 217, 38043 Grenoble cedex, France 

Indirizzo per la corrispondenza.

Benvenuto su EM|consulte, il riferimento dei professionisti della salute.
L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento o un acquisto all'unità.

pagine 20
Iconografia 27
Video 0
Altro 1

Riassunto

La colecistectomia è un intervento frequente e regolato, con decorso semplice. Possono però comparire diverse complicazioni; in primo piano, per frequenza e potenziale gravità, vi sono le lesioni iatrogene della via biliare. Al fine di capire di evitare l'insorgenza di queste complicanze, si devono conoscere i fattori di rischio che sono legati alle condizioni generali (obesità, epatopatie, colecistite) o alle modalità chirurgiche (accesso laparoscopico). Il rispetto di semplici regole tecniche durante la colecistectomia e la realizzazione della colangiografia intraoperatoria permette di minimizzare il rischio biliare. È certo che in epoca laparoscopica la frequenza delle lesioni biliari è più elevata che in precedenza (0,4%). La diagnosi intraoperatoria di lesione richiede spesso la conversione dell'intervento. La lesione può essere anche riparata subito, ma va detto che se le condizioni sono sfavorevoli sarà preferibile drenare il paziente e trasferirlo in un centro specialistico. Più spesso, la complicanza compare nei giorni che seguono la colecistectomia: perdita biliare (raccolta, fistola biliare, coleperitoneo, ostruzione biliare).può persino manifestarsi parecchi mesi, se non anni, dopo la colecistectomia (stenosi, litiasi intraepatica). Le risposte sono sia chirurgiche (riparazione biliare) sia radiologiche (drenaggio) sia endoscopiche (protesi), ricordando come queste modalità possano essere combinate. La scelta del trattamento dipende dalla presentazione clinica e dalla natura della lesione (sede anatomica, perdita di sostanza, stenosi, lesione arteriosa associata) che può essere studiata con angio-TC, NMR-colangiografia o colangiografia retrograda endoscopica. La rapida e corretta presa in carico, l'informazione onesta e precisa e il ricorso tempestivo ai centri specialistici migliorano la prognosi del paziente e minimizzano i rischi medicolegali per il chirurgo. le altre complicanze della colecistectomia (incidenti laparoscopici, calcoli tralasciati, emorragie) sono rari e richiedono in genere l'intervento chirurgico.

Il testo completo di questo articolo è disponibile in PDF.

Parole chiave : Colecistectomia laparoscopica, Lesione delle vie biliari, Anastomosi biliodigestiva, Riparazione biliare, Colangio-RMN


Mappa


© 2010  Elsevier Masson SAS. Tutti i diritti riservati.
Aggiungere alla mia biblioteca Togliere dalla mia biblioteca Stampare
Esportazione

    Citazioni Export

  • File

  • Contenuto

Articolo precedente Articolo precedente
  • Colecistectomia ed esplorazione della via biliare principale in laparoscopia. Trattamento laparoscopico della litiasi della via biliare principale
  • F. Borie
| Articolo seguente Articolo seguente
  • Cancri della colecisti. Tecnica chirurgica
  • A. Gainant, M. Mathonnet

Benvenuto su EM|consulte, il riferimento dei professionisti della salute.
L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento o un acquisto all'unità.

L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento o un acquisto all'unità.

Già abbonato a questo trattato ?

Il mio account


Dichiarazione CNIL

EM-CONSULTE.COM è registrato presso la CNIL, dichiarazione n. 1286925.

Ai sensi della legge n. 78-17 del 6 gennaio 1978 sull'informatica, sui file e sulle libertà, Lei puo' esercitare i diritti di opposizione (art.26 della legge), di accesso (art.34 a 38 Legge), e di rettifica (art.36 della legge) per i dati che La riguardano. Lei puo' cosi chiedere che siano rettificati, compeltati, chiariti, aggiornati o cancellati i suoi dati personali inesati, incompleti, equivoci, obsoleti o la cui raccolta o di uso o di conservazione sono vietati.
Le informazioni relative ai visitatori del nostro sito, compresa la loro identità, sono confidenziali.
Il responsabile del sito si impegna sull'onore a rispettare le condizioni legali di confidenzialità applicabili in Francia e a non divulgare tali informazioni a terzi.