Article

4 Iconography
1 @@#116651@@
1 @@#116648@@
Access to the text (HTML) Access to the text (HTML)
PDF Access to the PDF text
Advertising


Access to the full text of this article requires a subscription.
  • If you are a subscriber, please sign in 'My Account' at the top right of the screen.

  • @@116540a@@@@116540b@@@@116540c@@@@116540d@@

  • You can purchase this item in Pay Per ViewPay per View - FAQ : 33,00 € Taxes included to order
    Pages Iconography Videos Other
    14 4 0 2


Urgenze
[66731]
Doi : 10.1016/S1286-9341(14)66731-4
Intossicazione da monossido di carbonio
 

R. Ducluzeau a : Praticien hospitalier honoraire, B. Delafosse b  : Praticien hospitalier
a Pôle Urgences et réanimation médicales, SAMU, Hôpital Édouard-Herriot, Pavillon N, 69437 Lyon cedex 03, France 
b Centre de médecine hyperbare, Hôpital Édouard-Herriot, Pavillon N, 69437 Lyon cedex 03, France 

@@#100979@@

L'intossicazione da monossido di carbonio (CO), prima causa di mortalità per intossicazione in Francia, rimane una priorità della salute pubblica. La fisiopatologia comprende il legame all'emoglobina (Hb) così come ad altre emoproteine, in particolare la mioglobina e il citocromo a3, che inducono un'ipossia e degli effetti complessi, che coinvolgono dei radicali ossigenati reattivi, il monossido di azoto (NO), che possono provocare una perossidazione lipidica e un'apoptosi all'origine di lesioni cerebrali. Cattivo funzionamento e cattivo utilizzo di sistemi di riscaldamento o di motori termici sono le cause accidentali più frequenti. Lo stato clinico, l'identificazione della fonte di intossicazione, il dosaggio del CO atmosferico sul posto o del CO espirato, il CO-ossimetro di polso e il dosaggio ematico di carbossiemoglobina (HbCO) consentono la diagnosi, ma, spesso, sintomi isolati, cefalee, nausee, vertigini e astenia, sono ingannevoli: occorre pensare al CO. Il rischio iniziale, potenzialmente letale, è cardiaco e neurologico, mentre il rischio secondario è rappresentato dai postumi neuropsichici, talvolta dopo un intervallo libero. L'ossigenoterapia normobarica è completata dall'ossigeno iperbarico in caso di fattori di alto rischio di complicanze: perdita di coscienza, segni neurologici, cardiaci, respiratori e psicologici, gravidanza e, anche, l'età di 36 anni e più. La denuncia alle autorità sanitarie permette lo studio epidemiologico e l'indagine tecnica. I pazienti devono essere seguiti con, se necessario, una diagnostica per immagini neurologica e dei test psicometrici. La prevenzione rimane fondamentale e deve essere consigliato l'utilizzo di rilevatori di CO.

The full text of this article is available in PDF format.

Parole chiave : Monossido di carbonio, Intossicazione, Ossigeno iperbarico, Prevenzione, Servizio di Pronto Soccorso




© 2014  Elsevier Masson SAS. All Rights Reserved.

@@#116875@@ : R. Ducluzeau, B. Delafosse. Intossicazione da monossido di carbonio. EMC - Urgenze 2014;18(1):1-14 [Article 24-115-A-30].

EM-CONSULTE.COM is registrered at the CNIL, déclaration n° 1286925.
As per the Law relating to information storage and personal integrity, you have the right to oppose (art 26 of that law), access (art 34 of that law) and rectify (art 36 of that law) your personal data. You may thus request that your data, should it be inaccurate, incomplete, unclear, outdated, not be used or stored, be corrected, clarified, updated or deleted.
Personal information regarding our website's visitors, including their identity, is confidential.
The owners of this website hereby guarantee to respect the legal confidentiality conditions, applicable in France, and not to disclose this data to third parties.
Close
Article Outline