Médecine

Paramédical

Autres domaines

Sommario Abbonarsi

Accidenti vascolari cerebrali nella donna - 29/08/16

[17-046-R-20]  - Doi : 10.1016/S1634-7072(16)80383-9 
C. Lamy a, b  : Praticien hospitalier
a Service de neurologie, Hôpital Sainte-Anne, 1, rue Cabanis, 75014 Paris, France 
b Université Paris Descartes, Sorbonne Paris Cité, Inserm Unité mixte de recherche (UMR) S894, 2 ter, rue d'Alésia, 75014 Paris, France 

Benvenuto su EM|consulte, il riferimento dei professionisti della salute.
L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento.

pagine 12
Iconografia 3
Video 0
Altro 5

Riassunto

Gli accidenti vascolari cerebrali (AVC) costituiscono un importante problema di salute pubblica, in particolare nella donna. In effetti, benché l'incidenza degli AVC sia più alta negli uomini, il rischio assoluto di AVC è più alto nella donna, a causa di una maggiore longevità e di conseguenze più gravi. Così, le donne di 65 anni hanno una possibilità su cinque di avere un AVC nel corso della loro vita, rispetto a una possibilità su sei per gli uomini della stessa età. Più donne che uomini muoiono ogni anno a causa di un AVC, e questo divario continua ad allargarsi. La consapevolezza dell'importanza di questo problema presente e futuro si è affermata negli ultimi anni e sono stati realizzati degli studi consacrati alle specificità degli AVC nella donna. La prevenzione, la gestione e il trattamento degli AVC differiscono poco secondo il sesso, ma l'aspirina è più efficace nella donna per la prevenzione primaria degli infarti cerebrali, mentre il rapporto beneficio/rischio della chirurgia carotidea è meno favorevole e la gestione meno soddisfacente nella fase acuta. Alcune cause o alcuni fattori di rischio sono più frequenti nelle donne e possono giustificare misure preventive specifiche. Nella donna giovane, due fattori di rischio sono particolarmente frequenti: l'emicrania e l'assunzione di contraccettivi orali, ma essi conferiscono solo un rischio assoluto modesto, aumentato, tuttavia, dagli altri fattori di rischio vascolare, in particolare il tabacco. Il post-partum è un periodo a rischio vascolare e l'eclampsia rimane la principale causa di AVC durante la gravidanza. La terapia ormonale sostitutiva della menopausa per via orale è associata a un aumentato rischio di infarto cerebrale.

Il testo completo di questo articolo è disponibile in PDF.

Parole chiave : Accidente vascolare cerebrale, Contraccettivi orali, Terapia ormonale sostitutiva, Emicrania


Mappa


© 2016  Elsevier Masson SAS. Tutti i diritti riservati.
Aggiungere alla mia biblioteca Togliere dalla mia biblioteca Stampare
Esportazione

    Citazioni Export

  • File

  • Contenuto

Articolo precedente Articolo precedente
  • Cause cardiache di embolia cerebrale
  • A. Lionnet, C. Cueff, S. de Gaalon, T. Manigold, M. Sévin, N. Testard, B. Guillon
| Articolo seguente Articolo seguente
  • Diagnosticare la malattia di Alzheimer
  • M. Sarazin, L. Hamelin, F. Lamari, M. Bottlaender

Benvenuto su EM|consulte, il riferimento dei professionisti della salute.
L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento.

Già abbonato a questo trattato ?

;

Il mio account


Dichiarazione CNIL

EM-CONSULTE.COM è registrato presso la CNIL, dichiarazione n. 1286925.

Ai sensi della legge n. 78-17 del 6 gennaio 1978 sull'informatica, sui file e sulle libertà, Lei puo' esercitare i diritti di opposizione (art.26 della legge), di accesso (art.34 a 38 Legge), e di rettifica (art.36 della legge) per i dati che La riguardano. Lei puo' cosi chiedere che siano rettificati, compeltati, chiariti, aggiornati o cancellati i suoi dati personali inesati, incompleti, equivoci, obsoleti o la cui raccolta o di uso o di conservazione sono vietati.
Le informazioni relative ai visitatori del nostro sito, compresa la loro identità, sono confidenziali.
Il responsabile del sito si impegna sull'onore a rispettare le condizioni legali di confidenzialità applicabili in Francia e a non divulgare tali informazioni a terzi.