Médecine

Paramédical

Autres domaines

Sommario Abbonarsi

Disturbi cognitivi di origine vascolare - 29/08/16

[17-057-A-50]  - Doi : 10.1016/S1634-7072(16)80384-0 
M. Planton, PhD, Neuropsychologue a, b , J.-F. Albucher a, b : Neurologue, praticien hospitalier, J. Pariente a, b : Neurologue, Professeur des Universités-Praticien hospitalier
a Service de neurologie, Centre hospitalier universitaire de Toulouse, Pôle Neurosciences, CHU Purpan, place du Docteur-Baylac, 31059 Toulouse cedex 9, France 
b Toulouse NeuroImaging Center, Université de Toulouse, Inserm, UPS, Toulouse, France 

Benvenuto su EM|consulte, il riferimento dei professionisti della salute.
L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento.

pagine 12
Iconografia 7
Video 0
Altro 6

Riassunto

Il concetto di demenza vascolare ha subito importanti evoluzioni nel corso del tempo da quando i criteri diagnostici iniziali di demenza multi-infartuale sono stati proposti da Hachinski nel 1975. Criteri neurologici, cognitivi, di neurodiagnostica per immagini e di progressione sono stati aggiunti alla definizione iniziale. Esso ingloba un'eterogeneità fisiopatologica che raggruppa un insieme di disturbi cognitivi abbastanza gravi da interferire con le attività quotidiane dei pazienti. Il termine di demenza è, oggi, cancellato per parlare di disturbi cognitivi vascolari maggiori. La natura e la gravità dei disturbi cognitivi devono essere dettagliate per identificare il paziente sul continuum dell'alterazione cognitiva. I disturbi cognitivi vascolari maggiori non includono più soltanto gli infarti multipli corticali e sottocorticali, ma anche le lesioni della sostanza bianca, le micro- e le macroemorragie e le ipoperfusioni come possibili cause di demenza. Una lesione vascolare focale singola in una regione strategica per la cognizione può anch'essa generare disturbi cognitivi maggiori. Il profilo neuropsicologico di questi pazienti non è limitato a una lesione di tipo sottocorticofrontale; esso associa una vasta gamma di disturbi cognitivi. Dipende dal numero e dalla sede delle lesioni, ma anche dalla presenza di una patologia associata. L'interesse prestato ai disturbi cognitivi vascolari maggiori si è, in effetti, accentuato con prove sostanziali della frequente coesistenza di lesioni vascolari e lesioni specifiche della malattia di Alzheimer all'autopsia dei pazienti. I disturbi cognitivi vascolari maggiori sono considerati la seconda causa di demenza dopo la malattia di Alzheimer. Nessun trattamento ha, ancora, mostrato prove sufficienti della loro riduzione al di fuori dei trattamenti preventivi.

Il testo completo di questo articolo è disponibile in PDF.

Parole chiave : Demenza vascolare, Disturbi cognitivi vascolari maggiori, Angiopatia amiloide cerebrale, CADASIL, Neuropsicologia


Mappa


© 2016  Elsevier Masson SAS. Tutti i diritti riservati.
Aggiungere alla mia biblioteca Togliere dalla mia biblioteca Stampare
Esportazione

    Citazioni Export

  • File

  • Contenuto

Articolo precedente Articolo precedente
  • Malattia a corpi di Lewy
  • P. Krolak-Salmon
| Articolo seguente Articolo seguente
  • Afasia primaria progressiva
  • J. Lagarde, V. Hahn, M. Sarazin

Benvenuto su EM|consulte, il riferimento dei professionisti della salute.
L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento.

Già abbonato a questo trattato ?

;

Il mio account


Dichiarazione CNIL

EM-CONSULTE.COM è registrato presso la CNIL, dichiarazione n. 1286925.

Ai sensi della legge n. 78-17 del 6 gennaio 1978 sull'informatica, sui file e sulle libertà, Lei puo' esercitare i diritti di opposizione (art.26 della legge), di accesso (art.34 a 38 Legge), e di rettifica (art.36 della legge) per i dati che La riguardano. Lei puo' cosi chiedere che siano rettificati, compeltati, chiariti, aggiornati o cancellati i suoi dati personali inesati, incompleti, equivoci, obsoleti o la cui raccolta o di uso o di conservazione sono vietati.
Le informazioni relative ai visitatori del nostro sito, compresa la loro identità, sono confidenziali.
Il responsabile del sito si impegna sull'onore a rispettare le condizioni legali di confidenzialità applicabili in Francia e a non divulgare tali informazioni a terzi.