Médecine

Paramédical

Autres domaines

Sommario Abbonarsi

Dermatologia pediatrica - 23/08/17

[2-0800]  - Doi : 10.1016/S1634-7358(17)86076-9 
C. Léauté-Labrèze
 Unité de dermatologie pédiatrique, Hôpital Pellegrin-Enfants, place Amélie-Raba-Léon, 33076 Bordeaux, France 

Benvenuto su EM|consulte, il riferimento dei professionisti della salute.
L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento o un acquisto all'unità.

pagine 13
Iconografia 24
Video 0
Altro 1

Riassunto

Contrariamente alla credenza popolare, la pelle del bambino matura molto rapidamente dopo la nascita e solo la pelle dei neonati prematuri pone particolari problemi. Tuttavia, devono essere prese alcune precauzioni per quanto riguarda i trattamenti topici, poiché vi è un rischio più grande di intossicazione a causa di un rapporto superficie cutanea/ volume di distribuzione plasmatica inferiore a quello dell'adulto. Nei bambini, qualsiasi tumore congenito della linea mediana deve suggerire la possibilità di un disrafismo e, davanti a un tumore la cui diagnosi clinica non è chiara, devono essere richieste una biopsia e/o una consulenza specialistica. I tumori più frequenti sono gli emangiomi, di cui alcune forme sono sistematiche e possono essere associate a malformazioni. Le infezioni cutanee sono frequenti. L'impetigine resta la principale dermatosi batterica; complica frequentemente un'altra dermatosi come la scabbia, la pediculosi, la dermatite atopica o una prurigo nodularis. L'orticaria è una condizione benigna nei bambini; le infezioni virali ne sono le principali cause. Tra le eruzioni cutanee febbrili, gli esantemi maculopapulari, che sono i più frequenti, sono generalmente non gravi. Tuttavia, la comparsa improvvisa di un esantema scarlattiniforme che complica un'infezione focale (patereccio, piaga infetta) deve suggerire l'ipotesi di una sindrome tossinica come l'epidermolisi stafilococcica o uno shock tossico. Inoltre, qualsiasi esantema febbrile persistente nel bambino, senza alcuna causa infettiva ma associato a una sindrome infiammatoria biologica, deve suggerire una malattia di Kawasaki. Gli esantemi poco o per nulla febbrili sono rappresentati essenzialmente dalla pitiriasi rosea di Gibert, dalla sindrome di Gianotti-Crosti e dall'esantema asimmetrico periflessurale. La dermatite atopica è la malattia infiammatoria più frequente del neonato e del bambino; la psoriasi è molto più rara.

Il testo completo di questo articolo è disponibile in PDF.

Parole chiave : Angiomi, Piodermiti, Esantema, Malattia di Kawasaki, Dermatite atopica, Facomatosi


Mappa


© 2017  Elsevier Masson SAS. Tutti i diritti riservati.
Aggiungere alla mia biblioteca Togliere dalla mia biblioteca Stampare
Esportazione

    Citazioni Export

  • File

  • Contenuto

Articolo precedente Articolo precedente
  • Approccio psicologico alle dermatosi
  • SG Consoli
| Articolo seguente Articolo seguente
  • Nodulo tiroideo
  • J.-L. Wémeau

Benvenuto su EM|consulte, il riferimento dei professionisti della salute.
L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento o un acquisto all'unità.

L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento o un acquisto all'unità.

Già abbonato a questo trattato ?

;

Il mio account


Dichiarazione CNIL

EM-CONSULTE.COM è registrato presso la CNIL, dichiarazione n. 1286925.

Ai sensi della legge n. 78-17 del 6 gennaio 1978 sull'informatica, sui file e sulle libertà, Lei puo' esercitare i diritti di opposizione (art.26 della legge), di accesso (art.34 a 38 Legge), e di rettifica (art.36 della legge) per i dati che La riguardano. Lei puo' cosi chiedere che siano rettificati, compeltati, chiariti, aggiornati o cancellati i suoi dati personali inesati, incompleti, equivoci, obsoleti o la cui raccolta o di uso o di conservazione sono vietati.
Le informazioni relative ai visitatori del nostro sito, compresa la loro identità, sono confidenziali.
Il responsabile del sito si impegna sull'onore a rispettare le condizioni legali di confidenzialità applicabili in Francia e a non divulgare tali informazioni a terzi.