Médecine

Paramédical

Autres domaines

Sommario Abbonarsi

Patologia aterosclerotica delle arterie a distribuzione cerebrale - 11/11/19

[17-046-B-30]  - Doi : 10.1016/S1634-7072(19)43054-7 
C. Isabel, P. Seners, D. Calvet, J.-L. Mas
 Service de neurologie et unité neurovasculaire, Hôpital Sainte-Anne, Inserm U894, Université Paris Descartes, 1, rue Cabanis, 75014 Paris, France 

Benvenuto su EM|consulte, il riferimento dei professionisti della salute.
L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento o un acquisto all'unità.

pagine 13
Iconografia 4
Video 0
Altro 1

Riassunto

La scoperta di una stenosi aterosclerotica delle arterie a distribuzione cerebrale è una situazione frequente nella pratica clinica, durante il bilancio di un accidente ischemico transitorio o costituito (stenosi sintomatica quando l'accidente si è verificato nel territorio dell'arteria patologica) o un bilancio vascolare eseguito per un altro motivo (stenosi asintomatica). Negli ultimi anni, sono stati compiuti progressi nella valutazione del rischio di insorgenza o recidiva di un infarto cerebrale (attraverso semplici dati clinici o diagnostica per immagini avanzata), ma anche di un altro evento vascolare, soprattutto in caso di stenosi carotidea. Questi dati consentono di affinare la gestione terapeutica dei pazienti (medica, chirurgica o endovascolare). Il trattamento medico costituisce la pietra angolare della gestione di questi pazienti, associando il controllo dei fattori di rischio vascolare a un trattamento antitrombotico. Un trattamento di rivascolarizzazione (principalmente chirurgico) riguarda solo una minoranza di pazienti, nei quali questo trattamento ha dimostrato di essere efficace rispetto al solo trattamento medico, principalmente quelli con stenosi carotidea serrata (≥ 70% North American Symptomatic Carotid Endarterectomy Trial [NASCET]) recentemente sintomatica.

Il testo completo di questo articolo è disponibile in PDF.

Parole chiave : Accidente vascolare cerebrale, Infarto cerebrale, Ateroma, Carotide, Endoarteriectomia, Angioplastica


Mappa


 Per le citazioni, non utilizzare il riferimento bibliografico sopra questo articolo, ma il riferimento bibliografico della versione originale pubblicata in EMC-Cardiologia 2019;14(1):1-13 [11-640-A-10].


© 2019  Elsevier Masson SAS. Tutti i diritti riservati.
Aggiungere alla mia biblioteca Togliere dalla mia biblioteca Stampare
Esportazione

    Citazioni Export

  • File

  • Contenuto

Articolo precedente Articolo precedente
  • Malattie ematologiche e ictus cerebrali
  • I. Crassard, F. Woimant
| Articolo seguente Articolo seguente
  • Cause cardiache di embolia cerebrale
  • E. Touzé, O. Varenne, D. Calvet, J.-L. Mas

Benvenuto su EM|consulte, il riferimento dei professionisti della salute.
L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento o un acquisto all'unità.

L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento o un acquisto all'unità.

Già abbonato a questo trattato ?

;

Il mio account


Dichiarazione CNIL

EM-CONSULTE.COM è registrato presso la CNIL, dichiarazione n. 1286925.

Ai sensi della legge n. 78-17 del 6 gennaio 1978 sull'informatica, sui file e sulle libertà, Lei puo' esercitare i diritti di opposizione (art.26 della legge), di accesso (art.34 a 38 Legge), e di rettifica (art.36 della legge) per i dati che La riguardano. Lei puo' cosi chiedere che siano rettificati, compeltati, chiariti, aggiornati o cancellati i suoi dati personali inesati, incompleti, equivoci, obsoleti o la cui raccolta o di uso o di conservazione sono vietati.
Le informazioni relative ai visitatori del nostro sito, compresa la loro identità, sono confidenziali.
Il responsabile del sito si impegna sull'onore a rispettare le condizioni legali di confidenzialità applicabili in Francia e a non divulgare tali informazioni a terzi.