Médecine

Paramédical

Autres domaines

Sommario Abbonarsi

Inalazione di fumi - 05/06/07

[24-115-A-20]  - Doi : 10.1016/S1286-9341(07)48942-6 
C. Vinsonneau : Praticien hospitalier, Réanimation médicale, C. Augris : Chef de clinique-assistant, Anesthésie-réanimation, M. Benyamina : Praticien attaché, Anesthésie-réanimation, F. Lebreton : Praticien hospitalier, Anesthésie-réanimation, D. Wassermann  : Professeur des Universités, praticien hospitalier
Centre des brûlés, hôpital Cochin, 27, rue du Faubourg-Saint-Jacques, 75014 Paris, France 

Indirizzo per la corrispondenza.

Benvenuto su EM|consulte, il riferimento dei professionisti della salute.
L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento.

pagine 11
Iconografia 6
Video 0
Altro 1
Articolo archiviato , inizialmente pubblicato nel trattato EMC : Urgenze
e sostituito da un altro articolo più recente: cliccare qui per aprirlo

Riassunto

L'inalazione di fumi, frequente durante gli incendi, è responsabile di un alto tasso di mortalità iniziale legata soprattutto agli effetti sistemici di due componenti soffocanti spesso presenti nei gas inalati: il monossido di carbonio e i cianuri. Le lesioni respiratorie indotte dall'inalazione di fumi, in particolare le ustioni respiratorie, rappresentano un fattore prognostico sfavorevole che aggrava molto nettamente la morbi/mortalità susseguente in presenza di ustioni cutanee. In assenza di ustioni cutanee, al contrario, la prognosi è essenzialmente legata alla gravità dell'intossicazione da gas soffocanti la cui presentazione clinica è talvolta paucisintomatica. Per questo, la gestione dei pazienti vittime dell'inalazione di fumi di incendio richiede una valutazione diagnostica rigorosa per riconoscerle con rapidità e iniziare un'urgente terapia appropriata nello scenario stesso dell'incidente. L'allontanamento dall'ambiente tossico e l'ossigenazione normobarica rappresentano il trattamento di prima istanza delle intossicazioni da gas soffocanti, associati alla perfusione precoce di idrossicobalamina in caso di grave intossicazione da cianuri. Il trattamento delle lesioni respiratorie è oggi principalmente sintomatico. L'ossigenazione, la kinesiterapia, l'umidificazione dell'aria inspirata e i broncodilatatori devono permettere di evitare l'intubazione e la ventilazione artificiale nei pazienti con lesioni di minore entità. In quelli che necessitano di assistenza respiratoria, la strategia ventilatoria consentirà di limitare il danno indotto dalla ventilazione attraverso una strategia protettiva basata sulla limitazione delle pressioni dell'insufflazione stessa, a prezzo di un'ipercapnia definita «permissiva». Nonostante numerose ricerche sperimentali, che hanno permesso di dimostrare l'importanza della reazione infiammatoria secondaria al sequestro polmonare dei polimorfonucleati nel danno da inalazione di fumi, non esiste ad oggi alcun trattamento specifico.

Il testo completo di questo articolo è disponibile in PDF.

Parole chiave : Distress respiratorio, Monossido di carbonio, Cianuri, Ossigenoterapia, Coma


Mappa


© 2007  Elsevier Masson SAS. Tutti i diritti riservati.
Aggiungere alla mia biblioteca Togliere dalla mia biblioteca Stampare
Esportazione

    Citazioni Export

  • File

  • Contenuto

Benvenuto su EM|consulte, il riferimento dei professionisti della salute.
L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento.

Già abbonato a questo trattato ?

;

Il mio account


Dichiarazione CNIL

EM-CONSULTE.COM è registrato presso la CNIL, dichiarazione n. 1286925.

Ai sensi della legge n. 78-17 del 6 gennaio 1978 sull'informatica, sui file e sulle libertà, Lei puo' esercitare i diritti di opposizione (art.26 della legge), di accesso (art.34 a 38 Legge), e di rettifica (art.36 della legge) per i dati che La riguardano. Lei puo' cosi chiedere che siano rettificati, compeltati, chiariti, aggiornati o cancellati i suoi dati personali inesati, incompleti, equivoci, obsoleti o la cui raccolta o di uso o di conservazione sono vietati.
Le informazioni relative ai visitatori del nostro sito, compresa la loro identità, sono confidenziali.
Il responsabile del sito si impegna sull'onore a rispettare le condizioni legali di confidenzialità applicabili in Francia e a non divulgare tali informazioni a terzi.