Médecine

Paramédical

Autres domaines

Sommario Abbonarsi

Malattie vascolari del fegato - 22/08/12

[4-0368]  - Doi : 10.1016/S1634-7358(12)62598-4 
S. Hillaire
Hôpital Foch, 92150 Suresnes et Centre de référence des maladies vasculaires du foie, Hôpital Beaujon, 100, boulevard du Général-Leclerc, 92110 Clichy, France 

Benvenuto su EM|consulte, il riferimento dei professionisti della salute.
L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento.

pagine 7
Iconografia 8
Video 0
Altro 1

Riassunto

Le malattie vascolari del fegato sono delle malattie rare, a eccezione della trombosi portale. La trombosi portale acuta deve essere sospettata di fronte a dolori addominali improvvisi e prolungati. La diagnosi è posta in base alla diagnostica per immagini (ecodoppler, TC, risonanza magnetica [RM]). La gravità si basa sull'estensione alla vena mesenterica con il rischio di infarto mesenterico. L'instaurazione di un trattamento anticoagulante rappresenta un'urgenza. Quando la vena porta non si ricanalizza, la diagnosi è spesso posta allo stadio di cavernoma portale. Possono, allora, esistere dei segni di ipertensione portale. In tutti i casi, deve essere realizzato un bilancio di trombofilia, in particolare alla ricerca di una sindrome mieloproliferativa. La trombosi delle vene epatiche può presentarsi come una malattia acuta grave del fegato (ittero, ascite, insufficienza epatica, epatomegalia), come una cirrosi (insufficienza epatica cronica, ipertensione portale) o può anche essere completamente asintomatica. La diagnosi si basa sulla diagnostica per immagini. Come nel corso della trombosi portale, è necessario un bilancio di trombofilia. Gli anticoagulanti sono indispensabili e, in assenza di un miglioramento rapido, si discutono la ricanalizzazione delle vene o anche il trapianto epatico. Le lesioni della microcircolazione epatica devono essere sospettate di fronte ad anomalie inspiegabili del bilancio epatico (dopo aver escluso tutte le cause classiche), di fronte a un'ipertensione portale senza cirrosi istologica o di fronte a una trombosi portale recente associata a un dismorfismo epatico o a delle calcificazioni della vena porta o a dei segni di ipertensione portale. La biopsia epatica è indispensabile per la diagnosi. È necessario un confronto anatomoclinico.

Il testo completo di questo articolo è disponibile in PDF.

Parole chiave : Dolori addominali, Ipertensione portale, Trombosi portale, Trombosi delle vene epatiche, Sindrome di ostruzione sinusoidale, Flebopatia portale obliterante


Mappa


© 2012  Elsevier Masson SAS. Tutti i diritti riservati.
Aggiungere alla mia biblioteca Togliere dalla mia biblioteca Stampare
Esportazione

    Citazioni Export

  • File

  • Contenuto

Benvenuto su EM|consulte, il riferimento dei professionisti della salute.
L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento.

Già abbonato a questo trattato ?

Il mio account


Dichiarazione CNIL

EM-CONSULTE.COM è registrato presso la CNIL, dichiarazione n. 1286925.

Ai sensi della legge n. 78-17 del 6 gennaio 1978 sull'informatica, sui file e sulle libertà, Lei puo' esercitare i diritti di opposizione (art.26 della legge), di accesso (art.34 a 38 Legge), e di rettifica (art.36 della legge) per i dati che La riguardano. Lei puo' cosi chiedere che siano rettificati, compeltati, chiariti, aggiornati o cancellati i suoi dati personali inesati, incompleti, equivoci, obsoleti o la cui raccolta o di uso o di conservazione sono vietati.
Le informazioni relative ai visitatori del nostro sito, compresa la loro identità, sono confidenziali.
Il responsabile del sito si impegna sull'onore a rispettare le condizioni legali di confidenzialità applicabili in Francia e a non divulgare tali informazioni a terzi.