Médecine

Paramédical

Autres domaines

Sommario Abbonarsi

Cancri della cavità orale - 30/01/19

[20-627-A-10]  - Doi : 10.1016/S1639-870X(18)41626-1 
M. Menard a  : Praticien hospitalier, J. Rodriguez b : Praticien hospitalier, C. Hoffmann c : Praticien des centres de lutte contre le cancer, S. Hans d : Professeur des Universités, praticien hospitalier, A. Villeneuve e : Chef de clinique-assistant des hôpitaux, P. Halimi f : Professeur des Universités, praticien hospitalier
a Service d'ORL et de chirurgie cervico-faciale, Hôpital européen Georges-Pompidou, 20, rue Leblanc, 75015 Paris, France 
b Chirurgie ORL-Pôle chirurgie, avenue Désandrouin, CS 50479, 59322 Valenciennes, France 
c Service d'ORL et de chirurgie cervico-faciale, Unité Inserm U932, Immunité et cancer, Institut Curie, 26, rue d'Ulm, 75248 Paris cedex 05, France 
d Service d'ORL et de chirurgie cervico-faciale, Hôpital européen Georges-Pompidou, Faculté de médecine Paris-V, Université René-Descartes, 20, rue Leblanc, 75015 Paris, France 
e Service d'ORL et de chirurgie cervico-faciale, Hôpital Cochin, Faculté de médecine Paris-V, Université René-Descartes, 27, rue du Faubourg-Saint-Jacques, 75014 Paris, France 
f Service de radiologie, Hôpital européen Georges-Pompidou, Faculté de médecine Paris-Descartes, Université Paris-V, 20, rue Leblanc, 75015 Paris, France 

Benvenuto su EM|consulte, il riferimento dei professionisti della salute.
L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento o un acquisto all'unità.

pagine 24
Iconografia 12
Video 0
Altro 6

Riassunto

I cancri della cavità orale rappresentano circa un terzo dei tumori maligni delle vie aerodigestive superiori (VADS) e colpiscono, il più delle volte, la lingua mobile e il pavimento orale. Più del 90% di questi cancri è costituito da carcinomi epidermoidi. I principali fattori di rischio restano il tabacco e l'alcol. Una minoranza di questi cancri potrebbe essere correlata allo human papilloma virus (HPV), ma anche altri fattori sembrano essere coinvolti. Questi tumori possono, talvolta, svilupparsi su lesioni preesistenti, il cui monitoraggio è essenziale. La loro diagnosi è, generalmente, facile. Si basa, in tutti i casi, sullo studio istologico della biopsia. Ogni lesione sospetta, che persista da più di tre settimane, deve essere valutata da un oto-rino-laringoiatra (ORL). Il bilancio pretrattamento comprende un esame clinico completo ORL, una diagnostica per immagini (risonanza magnetica [RM], tomografia computerizzata [TC], tomografia a emissione di positroni [PET]) e un'endoscopia. I progressi nella diagnostica per immagini hanno migliorato l'affidabilità del bilancio di espansione. Questo bilancio mira a determinare lo stadio della malattia e l'operabilità del tumore. Gli approcci multidisciplinari con la riunione di consultazione pluridisciplinare (RCP) e prendendo in considerazione il paziente nella sua globalità hanno permesso di modulare le indicazioni terapeutiche. Il trattamento dei cancri del cavo orale è, innanzitutto, chirurgico. I tumori di stadio precoce (stadi I e II) sono spesso trattati chirurgicamente, per via transorale, poco invasiva e con buoni risultati, sia oncologici che funzionali. I tumori di stadio avanzato (stadi III e IV) richiedono l'associazione di diverse modalità terapeutiche. Il più delle volte, si tratta di una chirurgia primaria, ampia, con ricostruzione e radioterapia postoperatoria, associata a una chemioterapia concomitante per tumori ad alto rischio di recidiva. La radiochemioterapia di prima intenzione è riservata, piuttosto, ai tumori non resecabili, ai pazienti inoperabili o ai pazienti che rifiutano una chirurgia pesante e le sue sequele. Nonostante innegabili progressi nella gestione di questi pazienti, la sopravvivenza è progredita poco, contrariamente alla qualità di vita. La prognosi di questi cancri dipende principalmente dallo stadio al momento della diagnosi. La qualità della resezione chirurgica, la presenza di metastasi linfonodali e l'esistenza di fattori istologici negativi costituiscono i principali fattori prognostici, ma anche lo stato generale e le comorbilità influenzano la sopravvivenza e la qualità di vita dopo il trattamento. Il monitoraggio posttrattamento è essenziale, con l'obiettivo di individuare una recidiva locale e/o regionale, ma anche una seconda localizzazione, la cui insorgenza (2-7% all'anno) influisce direttamente sulla sopravvivenza di questi pazienti. La prosecuzione della lotta contro il tabagismo e l'alcolismo rimane il modo migliore per ridurre l'incidenza dei cancri del cavo orale.

Il testo completo di questo articolo è disponibile in PDF.

Parole chiave : Cavo orale, Cancro, Carcinoma epidermoide, Chirurgia, Radioterapia, Ricostruzione, Follow-up post-terapeutico


Mappa


© 2019  Elsevier Masson SAS. Tutti i diritti riservati.
Aggiungere alla mia biblioteca Togliere dalla mia biblioteca Stampare
Esportazione

    Citazioni Export

  • File

  • Contenuto

Articolo precedente Articolo precedente
  • Tumori benigni e maligni delle labbra
  • C. Beauvillain de Montreuil, M.H. Tessier, J. Billet
| Articolo seguente Articolo seguente
  • Patologia salivare medica
  • B. Bourgeois, A. Masseau, M. Hamidou, C. Beauvillain de Montreuil

Benvenuto su EM|consulte, il riferimento dei professionisti della salute.
L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento o un acquisto all'unità.

L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento o un acquisto all'unità.

Già abbonato a questo trattato ?

;

Il mio account


Dichiarazione CNIL

EM-CONSULTE.COM è registrato presso la CNIL, dichiarazione n. 1286925.

Ai sensi della legge n. 78-17 del 6 gennaio 1978 sull'informatica, sui file e sulle libertà, Lei puo' esercitare i diritti di opposizione (art.26 della legge), di accesso (art.34 a 38 Legge), e di rettifica (art.36 della legge) per i dati che La riguardano. Lei puo' cosi chiedere che siano rettificati, compeltati, chiariti, aggiornati o cancellati i suoi dati personali inesati, incompleti, equivoci, obsoleti o la cui raccolta o di uso o di conservazione sono vietati.
Le informazioni relative ai visitatori del nostro sito, compresa la loro identità, sono confidenziali.
Il responsabile del sito si impegna sull'onore a rispettare le condizioni legali di confidenzialità applicabili in Francia e a non divulgare tali informazioni a terzi.