Médecine

Paramédical

Autres domaines

Sommario Abbonarsi

Chirurgia dell'epistassi - 07/07/15

[46-110]  - Doi : 10.1016/S1292-3036(15)70722-4 
J.-M. Prades , M. Gavid, A. Timoshenko
 Service ORL, Hôpital Nord, 42270 Saint-Priest-en-Jarez, France 

Benvenuto su EM|consulte, il riferimento dei professionisti della salute.
L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento o un acquisto all'unità.

pagine 7
Iconografia 9
Video 0
Altro 1

Riassunto

L'epistassi è una delle urgenze più frequenti in oto-rino-laringoiatria. Essa è, il più delle volte, benigna, ma, talvolta, mette in gioco la prognosi vitale. Essa può essere classificata secondo il suo carattere primario o secondario con una causa evidente, secondo l'età di comparsa nel bambino o nell'adulto e secondo l'origine dell'emorragia anteriore o posteriore rispetto all'orifizio piriforme. La vascolarizzazione arteriosa delle fosse nasali dipende dalle arterie carotidi esterna e interna con numerose anastomosi: l'arteria sfenopalatina, ramo terminale dell'arteria carotide esterna, raggiunge la fossa nasale attraverso il forame sfenopalatino, mentre le arterie etmoidali anteriore e posteriore, rami collaterali dell'arteria oftalmica, percorrono il tetto dell'etmoide prima di raggiungere la fossa nasale. Le indicazioni terapeutiche devono tenere conto dei pazienti a rischio di morte: soggetti anziani, con dei trattamenti anticoagulanti e/o antiaggreganti, portatori di una comorbilità cardiovascolare e di un tumore nasosinusale o che hanno presentato un trauma accidentale o chirurgico. La cauterizzazione selettiva endoscopica precoce delle sedi emorragiche può evitare un tamponamento posteriore per circa i tre quarti dei pazienti. Tuttavia, di fronte alla recidiva emorragica, a maggior ragione nei pazienti a rischio, è proposta la legatura endoscopica dell'arteria sfenopalatina, eventualmente associata alla legatura dell'arteria etmoidale anteriore. Essa permette un controllo dell'emorragia senza una complicanza maggiore per il 90-100% dei pazienti. Tuttavia, una controindicazione all'anestesia generale e una malattia ateromatosa moderata possono far scegliere un'embolizzazione selettiva sotto anestesia locale da parte di un'equipe competente. Il controllo dell'emorragia è ottenuto nel 70-90% dei casi.

Il testo completo di questo articolo è disponibile in PDF.

Parole chiave : Epistassi, Arteria sfenopalatina, Arteria etmoidale, Legatura, Embolizzazione, Tamponamento, Cauterizzazione


Mappa


© 2015  Elsevier Masson SAS. Tutti i diritti riservati.
Aggiungere alla mia biblioteca Togliere dalla mia biblioteca Stampare
Esportazione

    Citazioni Export

  • File

  • Contenuto

Articolo precedente Articolo precedente
  • Tecniche di riparazione delle perdite di sostanza del padiglione auricolare
  • D. Vertu-Ciolino, F. Disant
| Articolo seguente Articolo seguente
  • Chirurgia riparativa della piramide nasale
  • A. Jourdain, C. Beauvillain de Montreuil, O. Malard

Benvenuto su EM|consulte, il riferimento dei professionisti della salute.
L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento o un acquisto all'unità.

L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento o un acquisto all'unità.

Già abbonato a questo trattato ?

;

Il mio account


Dichiarazione CNIL

EM-CONSULTE.COM è registrato presso la CNIL, dichiarazione n. 1286925.

Ai sensi della legge n. 78-17 del 6 gennaio 1978 sull'informatica, sui file e sulle libertà, Lei puo' esercitare i diritti di opposizione (art.26 della legge), di accesso (art.34 a 38 Legge), e di rettifica (art.36 della legge) per i dati che La riguardano. Lei puo' cosi chiedere che siano rettificati, compeltati, chiariti, aggiornati o cancellati i suoi dati personali inesati, incompleti, equivoci, obsoleti o la cui raccolta o di uso o di conservazione sono vietati.
Le informazioni relative ai visitatori del nostro sito, compresa la loro identità, sono confidenziali.
Il responsabile del sito si impegna sull'onore a rispettare le condizioni legali di confidenzialità applicabili in Francia e a non divulgare tali informazioni a terzi.