Médecine

Paramédical

Autres domaines

Sommario Abbonarsi

Sport e osso - 02/05/11

[6-0613]  - Doi : 10.1016/S1634-7358(11)59794-3 
A. Saraux , Y. Guillodo
Service de rhumatologie, Centre hospitalier universitaire de la Cavale Blanche, 29609 Brest cedex, France 

Indirizzo per la corrispondenza.

Benvenuto su EM|consulte, il riferimento dei professionisti della salute.
L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento o un acquisto all'unità.

pagine 5
Iconografia 7
Video 0
Altro 1

Riassunto

Le patologie ossee che insorgono negli atleti possono essere legate allo sport praticato, ma non bisogna mai dimenticare che lo sportivo è, prima di tutto, un paziente che ha le stesse caratteristiche e gli stessi fattori di rischio di un non-sportivo. Alcuni sport hanno delle patologie ossee che sono loro particolarmente associate. Può trattarsi di conseguenze di macrotraumi, come, per esempio, delle distorsioni e delle fratture delle caviglie e delle ginocchia negli sport con una caduta in torsione, delle lussazioni e delle fratture della spalla e delle lussazioni acromion-clavicolari negli sport con cadute sulla spalla e delle fratture vertebrali in caso di cadute da grandi altezze (paracadutismo, equitazione, tuffi). È anche il caso delle fratture da fatica, associate ad alcuni sport che comportano la corsa a piedi o i lanci, per microtraumi. Anche l'età è un punto chiave nella diagnosi. Si devono, in particolare, ipotizzare delle osteocondriti o distrofie di accrescimento nel bambino e nell'adolescente e una frattura da fatica nei soggetti anziani. Lo sport ha, peraltro, degli effetti a lungo termine sull'osso, con un aumento o una diminuzione della massa ossea a seconda della pratica. Si ricorda, in particolare, che gli studi longitudinali dimostrano che le sollecitazioni meccaniche degli atleti in età pre- e peripuberale aumentano la densità minerale ossea che essi avranno nell'età adulta. L'effetto sinergico del growth hormone (GH) e delle sollecitazioni meccaniche ne sarebbe la spiegazione. Viceversa, gli atleti possono sviluppare dei disturbi dell'alimentazione associati a disturbi mestruali (amenorrea od oligomenorrea) e, a termine, una riduzione della densità ossea e un'osteoporosi. La densitometria ossea deve essere verificata in caso di amenorrea. La pratica dell'esercizio fisico (rinforzo muscolare, deambulazione, equilibrio) è efficace sulla prevenzione delle cadute nei soggetti anziani e, quindi, sul rischio di cadute.

Il testo completo di questo articolo è disponibile in PDF.

Parole chiave : Sport, Osso, Frattura, Densità minerale ossea


Mappa


© 2011  Elsevier Masson SAS. Tutti i diritti riservati.
Aggiungere alla mia biblioteca Togliere dalla mia biblioteca Stampare
Esportazione

    Citazioni Export

  • File

  • Contenuto

Articolo precedente Articolo precedente
  • Astenia
  • P. Cathébras, M. Koenig
| Articolo seguente Articolo seguente
  • Principi generali della rieducazione in traumatologia dello sport
  • M. Dauty

Benvenuto su EM|consulte, il riferimento dei professionisti della salute.
L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento o un acquisto all'unità.

L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento o un acquisto all'unità.

Già abbonato a questo trattato ?

;

Il mio account


Dichiarazione CNIL

EM-CONSULTE.COM è registrato presso la CNIL, dichiarazione n. 1286925.

Ai sensi della legge n. 78-17 del 6 gennaio 1978 sull'informatica, sui file e sulle libertà, Lei puo' esercitare i diritti di opposizione (art.26 della legge), di accesso (art.34 a 38 Legge), e di rettifica (art.36 della legge) per i dati che La riguardano. Lei puo' cosi chiedere che siano rettificati, compeltati, chiariti, aggiornati o cancellati i suoi dati personali inesati, incompleti, equivoci, obsoleti o la cui raccolta o di uso o di conservazione sono vietati.
Le informazioni relative ai visitatori del nostro sito, compresa la loro identità, sono confidenziali.
Il responsabile del sito si impegna sull'onore a rispettare le condizioni legali di confidenzialità applicabili in Francia e a non divulgare tali informazioni a terzi.