Médecine

Paramédical

Autres domaines

Sommario Abbonarsi

Cefalee tensive - 01/01/05

[17-023-A-65]  - Doi : 10.1016/S1634-7072(05)44548-1 
V. Dousset , B. Brochet
Unité de traitement des douleurs chroniques, CHU de Bordeaux, Hôpital Pellegrin, place Amélie-Raba-Léon, 33 076 Bordeaux cedex, France 

*Indirizzo per la corrispondenza.

Benvenuto su EM|consulte, il riferimento dei professionisti della salute.
L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento o un acquisto all'unità.

pagine 6
Iconografia 0
Video 0
Altro 0

Riassunto

Le cefalee tensive costituiscono un'entità eterogenea che raggruppa disturbi di intensità e con conseguenze molto diverse tra di loro. I fattori psicopatologici sono stati a lungo considerati come predominanti nello sviluppo di queste cefalee, ma gli studi realizzati sull'argomento non sono riusciti a stabilire chiaramente una relazione di causalità. In questi ultimi anni alcuni lavori importanti hanno precisato i meccanismi neurobiologici molecolari. Ecco quindi che il ruolo del monossido di azoto (NO) sembra rilevante nei fenomeni di sensibilizzazione centrale che intervengono nella forma cronica delle cefalee tensive. Tuttavia, questi progressi non hanno ancora modificato il trattamento di queste cefalee: i dati oggettivi sono sempre a favore dell'uso degli antinfiammatori non steroidei (FANS), dell'aspirina o del paracetamolo per la terapia delle crisi e degli antidepressivi triciclici per il trattamento profilattico.

Il testo completo di questo articolo è disponibile in PDF.

Parole chiave : Cefalee tensive episodiche, Cefalee tensive croniche, Emicrania, Cefalee croniche giornaliere, Terapia delle crisi, Trattamento profilattico


Mappa


© 2005  Elsevier SAS. Tutti i diritti riservati.
Aggiungere alla mia biblioteca Togliere dalla mia biblioteca Stampare
Esportazione

    Citazioni Export

  • File

  • Contenuto

Articolo precedente Articolo precedente
  • Cefalee primarie non emicraniche
  • G. Demarquay, P. Giraud
| Articolo seguente Articolo seguente
  • Sindrome di vasocostrizione cerebrale reversibile
  • S. de Gaalon, R. Bourcier, A. Ducros

Benvenuto su EM|consulte, il riferimento dei professionisti della salute.
L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento o un acquisto all'unità.

L'accesso al testo integrale di questo articolo richiede un abbonamento o un acquisto all'unità.

Già abbonato a questo trattato ?

;

Il mio account


Dichiarazione CNIL

EM-CONSULTE.COM è registrato presso la CNIL, dichiarazione n. 1286925.

Ai sensi della legge n. 78-17 del 6 gennaio 1978 sull'informatica, sui file e sulle libertà, Lei puo' esercitare i diritti di opposizione (art.26 della legge), di accesso (art.34 a 38 Legge), e di rettifica (art.36 della legge) per i dati che La riguardano. Lei puo' cosi chiedere che siano rettificati, compeltati, chiariti, aggiornati o cancellati i suoi dati personali inesati, incompleti, equivoci, obsoleti o la cui raccolta o di uso o di conservazione sono vietati.
Le informazioni relative ai visitatori del nostro sito, compresa la loro identità, sono confidenziali.
Il responsabile del sito si impegna sull'onore a rispettare le condizioni legali di confidenzialità applicabili in Francia e a non divulgare tali informazioni a terzi.